Il biologico italiano in movimento
Home » Attività e Progetti » Bioreg - I distretti biologici

Progetto BioReg - I distretti biologici


Applicare la metodologia già definita nel progetto di ricerca Biodistrict alla realtà nazionale, al fine di identificare i territori che presentino quelle caratteristiche socio economiche ed ambientali tali da eleggerli a potenziali distretti biologici: questo l'obiettivo del progetto BIOREG, promosso e finanziato dal MiPAAF Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e sviluppato e coordinato dall'Università della Tuscia, in collaborazione con Igeam DD by Altran ed EcoGlobe e con il supporto di FederBio, i cui risultati sono stati presentati venerdì 11 marzo durante il Workshop "Il progetto BIOREG.

 

Per individuare le peculiarità dei diversi territori e per diffondere il modello di distretto biologico una fase fondamentale del progetto BIOREG, avviato nel 2009, è stata la sensibilizzazione, l'informazione, la formazione, la consulenza, e l'assistenza tecnica agli operatori, alle imprese e agli Enti Locali attraverso l'organizzazione di processi partecipativi per la condivisione delle scelte. Un caso concreto di un modello partecipativo già sperimentato si trova nella regione Lazio ed è stato ampliato alle aree regionali oggetto di studio nel progetto, cioè Marche, Piemonte e Sicilia.

 

Il progetto BIOREG, nel concreto, ha l'obiettivo di aumentare la quota di mercato nel settore del biologico e di sviluppare sinergie tra aspetti complementari in grado di far aumentare la percezione del valore, della qualità e della sicurezza del prodotto nel consumatore, creando, in questo modo, il ricercato connubio tra biologico, tipico ed ecologico. Introducendo infatti il concetto di distretto biologico si aspira a creare produzioni agricole coerenti con le vocazioni naturali del territorio e con le tradizioni locali e a tessere un'integrazione tra attività rurali e altre attività locali.

 

Per ulteriori informazioni leggi il seguente articolo:

 

Il distretto biologico: uno strumento innovativo per una governance territoriale sostenibile